Il capo del Man Utd elogia la stella nonostante l’errore costoso.

0
12

La performance impressionante di Sofyan Amrabat nella vittoria del Man Utd contro il Newcastle United

In una emozionante vittoria per 3-2 contro il Newcastle United, Sofyan Amrabat, il centrocampista sotto accusa, ha ricevuto grandi elogi dal suo allenatore, Erik ten Hag. Nonostante un incidente quasi riguardante un calcio di rigore coinvolgente Anthony Gordon, il contributo di Amrabat alla partita è stato considerato “molto buono” da Ten Hag. La vittoria ha mantenuto vive le speranze di qualificazione europea del Man Utd, con gol di Kobbie Mainoo, Amad Diallo e Rasmus Hojlund. Insieme ai tre giovani giocatori e al capitano Bruno Fernandes, la performance di Amrabat è stata evidenziata come cruciale per l’assetto tattico della squadra. Nonostante le sue difficoltà da quando è arrivato in prestito dalla Fiorentina la scorsa estate, il manager di Amrabat crede che giochi un ruolo vitale nel mantenere la squadra unita e nel mantenere il controllo della partita.

La decisione controversa del rigore oscura la performance di Amrabat

La performance di Amrabat non è stata priva di polemiche, poiché ha evitato per poco di concedere un rigore per un fallo su Anthony Gordon. L’arbitro Rob Jones e il VAR non hanno concesso il calcio di rigore, suscitando frustrazione tra i giocatori del Newcastle e l’allenatore Eddie Howe. La leggenda del United Wayne Rooney ha addirittura espresso solidarietà per il Newcastle, affermando che erano “molto sfortunati” a non ricevere il rigore. Anche se l’incidente del rigore non è stato discusso nella conferenza stampa post-partita con Ten Hag, rimane un argomento di discussione nel gioco.

Le difficoltà di Amrabat e la determinazione a dimostrare se stesso

Parlando dopo la partita, Amrabat ha riconosciuto le difficoltà che ha affrontato questa stagione. Questa partita ha segnato solo la sua nona partenza in Premier League della stagione, e ha ammesso di non essere ancora al meglio a causa del tempo di gioco limitato. Tuttavia, ha espresso la sua disponibilità a contribuire alla squadra ogni volta che necessario, che sia per un minuto o dieci. Amrabat rimane determinato a lavorare sodo e cogliere le opportunità che gli vengono date. Con solo due partite rimaste, tra cui la finale di FA Cup contro il Manchester City, Amrabat punta a dimostrare il suo valore alla dirigenza del United e assicurarsi il suo futuro al club.